ELVIRA RACCONTA

L’Arna, la italo-giapponese

16 novembre, 2017

“Principale obiettivo per realizzare un piano di risanamento era il miglior utilizzo della capacità produttiva dello stabilimento di Pomigliano d’Arco e, per fronteggiare gli investimenti necessari, si andò alla ricerca di un partner.”

Nell’ambito del piano di ristrutturazione del raggruppamento Alfa Romeo, il 9 luglio 1980 venne costituita la Società Alfa Romeo S.p.A. nella quale, il 31 dicembre dello stesso anno, confluirono il settore Auto delle Società Alfa Romeo S.p.A. e INCA Alfa-Romeo Alfasud. Principale obiettivo per realizzare un piano di risanamento era il miglior utilizzo della capacità produttiva dello stabilimento di Pomigliano d’Arco e, per fronteggiare gli investimenti necessari, si andò alla ricerca di un partner. Nacque così il progetto che sarebbe sfociato nell’inserimento nella gamma di una nuova vettura chiamata ARNA, grazie alla joint-venture con la giapponese Nissan, siglata nel 1980 e caldeggiata da Ciriaco De Mita e Antonio Gullotti. Nel 1982 venne ultimato lo stabilimento e la produzione fu avviata nel 1983.

Fra la posa della prima pietra nel mese di ottobre del 1980 e la nascita della prima vettura italo-giapponese con lo scudetto Alfa Romeo passarono tre anni. L’Arna, nella versione 1.2 SL 5 porte, fece la sua apparizione alla 50^ edizione del Salone dell’Auto di Francoforte del 1983 in anteprima assoluta insieme all’Alfa 33 4x4, a una importante novità: la Giulietta Turboautodelta, e le nuove serie delle Alfetta, Giulietta e Alfa 6.

La presentazione ufficiale dell’Arna italiana 1983 alla stampa specializzata con prova su strada, si svolse a Taormina dal 30 settembre al 6 ottobre. Per tutto il periodo ogni sera fu proiettato ai giornalisti un filmato nel quale il regista Dore Modesti, raccontava la storia della joint-venture. Era stato girato nell’arco di due anni in Giappone, Svezia, Norvegia, Marocco oltre che ovviamente in Italia a Pratola Serra, Pomigliano d’Arco, Arese, Balocco, Milano, Napoli, Roma e anche Gubbio e Cetara sulla costiera amalfitana. Il filmato dal titolo “Un incontro”, realizzato dalle Strategie Sociali dell’Alfa Romeo, vinse due premi al Festival Internazionale del Film&Video Industriale che si svolse a Londra con la partecipazione di 138 film di 20 Paesi.
Ma ci furono anche altre due presentazioni: il 27 ottobre a Napoli a Villa Scipioni, dove alla presenza di autorità e di esponenti del mondo imprenditoriale e culturale, vetture Arna furono esposte in bella mostra con accanto eleganti modelle che vestivano abiti di seta realizzati dalla stilista Rosetta Gentile. La manifestazione fu chiamata Arna e Seta. Una presentazione analoga si svolse il giorno successivo a Roma presso l’Hotel Aldrovandi, con la proiezione del film di Dore Modesti.

Elvira Ruocco Memoria storica dell’Alfa Romeo grazie alla sua ultra ventennale esperienza presso il Centro di Documentazione Storica Alfa Romeo, è entra a far parte del team del Museo e nella rubrica “Elvira Racconta” condividerà curiosità e aneddoti che non si  conoscono o non si ricordano. Ripercorreremo insieme a lei la leggendaria storia dell’Alfa Romeo.