CULTURA

Bookowski è donna! 

21 febbraio, 2021 

Nell’ambito del calendario eventi di Milano MuseoCity 2021, il Museo Fratelli Cozzi ha il piacere di presentare l’evento al femminile, dedicato a due autrici legnanesi. L’evento ha il patrocinio della Città di Legnano ed è supportato dal movimento Woman In Power. 

Nell’ambito del calendario di eventi di Milano MuseoCity, il Museo Fratelli Cozzi è lieto di ospitare “Bookowski, Not the ordinary caffè letterario”. Un appuntamento che vedrà protagoniste due autrici legnanesi e che consentirà di continuare a “prenderci cura della città” e di proseguire gli appuntamenti del movimento Woman In Power, volto alla valorizzazione delle Donne del territorio… e non solo (scopri il Movimento Woman In Power). 

PROGRAMMA:
–  dalle 18.00 alle 19.00 VISITA AL MUSEO FRATELLI COZZI in compagnia delle autrici. Clicca qui per prenotarti.
– alle 19.30 inizierà la stanza Bookowski su Clubhouse.
Egidio Alagia, Elisabetta Cozzi, Laura Campiglio, Francesca Lualdi, Gimmy Paganini. In collaborazione con The Zen Agency.

A sinistra Laura Campigli

A destra Francesca Lualdi

Caffè Voltaire

Laura Campiglio ha scritto per diverse testate, tra cui “GQ” e “Rolling Stone”. Come scrittrice ha esordito nel 2007 con Dario Flaccovio Editore e “Caffè Voltaire” è il suo terzo romanzo.

In un’epoca di post verità, si può scrivere tutto e il contrario di tutto sperando di uscirne indenni? Tra slogan elettorali, scorrettezze di bassa lega e fake news (con l’aggravante di un inatteso incontro romantico), Anna, la protagonista del suo romanzo, si renderà conto che fare la cosa giusta non è facile come sembra.

Una commedia fresca e incalzante, brillante e attuale, che coniuga il racconto informato di una campagna elettorale perfettamente calata nel presente a un riuscito ritratto della generazione trenta-quaranta: precari per sempre, “ragazzi” fuori tempo massimo e veterani dell’incertezza. (Casa editrice: Mondadori).

Tell me more Olivia

Francesca Lualdi è una ragazza di soli 27 anni con tanto talento e un curriculum accademico ricco ed eterogeneo. Nel suo libro raccoglie interviste che definisce “crescita, conoscenza, un vero e proprio regalo che se apprezzato e metabolizzato può diventare motivazione”.

“Tell Me Olivia” nasce per caso grazie ai social networks, con la voglia di creare qualcosa di utile, di diverso. Una finestra sulla realtà che ognuno vorrebbe vivere, lasciandosi ispirare da anime leggere che hanno saputo prendere coraggiose decisioni e seguire il proprio istinto.

Questo libro vuole dare una piccola spinta a tutte quelle persone che si fanno guidare dal sentimento della paura col timore che lanciandosi il paracadute possa non aprirsi. (Casa editrice: Barbara Del Fiore Editore)