#insiemeperilclassico: musei dell'auto, opportunità e prospettive alla riapertura

Secondo appuntamento live con la nostra iniziativa #insiemeperilclassico: oggi ci focalizziamo sulla "inattività forzata" dei musei dell'automobile assieme a Elisabetta Cozzi (Museo F.lli Cozzi), Mariella Mengozzi (Mauto), Silvia Nicolis (Museo Nicolis) Raffaella Quaquaro (Museo Alfa Romeo). E come ospite abbiamo Giosuè Boetto Cohen, giornalista, storico dell'auto e curatore di alcune delle mostre tematiche del Museo dell'Automobile di Torino.

Publiée par Ruoteclassiche sur Vendredi 8 mai 2020

PASSIONE

Torna #InsiemePerIlClassico

18 maggio, 2020

Continua la nostra adesione al manifesto #InsiemePerIlClassico, con la bella intervista realizzata dal vice-direttore di Ruoteclassiche

C’è chi lo chiama karma e chi fato, in ogni caso era  destino ritrovare Silvia Nicolis (Museo Nicolis) e Mariella Mengozzi (Mauto Torino), con le quali avremmo dovuto vivere l’esperienza di Museocity. Una reunion resa possibile grazie all’invito di Ruoteclassiche che ci ha voluti nella seconda puntata di #InsiemePerIlClassico. Qui abbiamo abbiamo potuto incontrare, almeno virtualmente, anche Raffaella Quararo (Museo Storico Alfa Romeo) con la quale condividiamo il cuore alfista.

L’argomento era di sicuro interesse comune: tracciare una panoramica sulle opportunità e le prospettive della riapertura dei musei.

Clicca sull’immagine per leggere l’articolo di Ruoteclassiche

Preziosa è stata la partecipazione di Giosué Boetto Cohen, autore nel 2019 dei due volumi allegati a Ruoteclassiche “I grandi Musei dell’auto in Italia e in Europa” che non possono mancare nella collezione dei nostri lettori.

Con questo appuntamento abbiamo stretto ancora di più, il sodalizio con il manifesto presentato da David Giudici, Direttore Ruoteclassiche e Youngtimer Per chi ancora non lo avesse letto, vi riportiamo il Manifesto #InsiemePerIlClassico.

“Quattro musei, che rappresentano alcune delle migliori eccellenze del Paese nell’ambito del motorismo storico.”

MANIFESTO #INSIEMEPERILCLASSICO
Cari amici appassionati, la tragedia che ha colpito e sconvolto le nostre esistenze così violentemente e in maniera inaspettata e improvvisa, impone una serie di riflessioni e di azioni a cui nemmeno noi vogliamo sottrarci.
L’Italia si sta avviando verso una lenta e faticosa ripartenza, in attesa di tornare a una sorta di normalità apparente, una volta debellato il nemico che tiene sotto scacco l’intero pianeta. Anche il mondo del collezionismo e dei veicoli storici ha accusato un colpo durissimo. Ancora non siamo neppure in grado di stimare quanto.
Oggi le nostre automobili classiche, le nostre motociclette storiche sono ferme e, con esse, si è bloccato l’immenso circuito di specialisti del settore, della compravendita, dell’organizzazione degli eventi. Il nostro è indubbiamente un mondo fatto di condivisione, di rapporti interpersonali, di grandi e piccoli momenti d’aggregazione e comunanza d’interessi. La passione per tutto ciò che è classico vive e si alimenta sull’interazione tra le persone, a qualsiasi livello e a qualsiasi titolo, in pressoché tutte le sue forme.

Il settore dei veicoli di interesse storico e collezionistico è un elemento primario del nostro Paese, che in passato ha avuto grande rilevanza per lo sviluppo e la diffusione dell’automobile, per il suo ruolo nel mondo delle competizioni e perché ha dato alla luce alcuni tra i più geniali costruttori, designer e tecnici di sempre. Inoltre, il nostro comparto interpreta universalmente straordinari valori di cultura, di turismo, di storia e di fine artigianato e rappresenta un patrimonio che tutto il mondo ci invidia: è dunque fondamentale che istituzioni, club, musei e tutte le aziende attive in questo ambito in Italia si uniscano con comunione d’intenti e condivisione di vedute per salvaguardare tanto il patrimonio storico quanto il conseguente sostanzioso indotto – oltre 2,2 miliardi di euro al 2018 – generato dalle più svariate attività.
Editoriale Domus è con le sue testate dal 1929 il trait d’union fra l’industria e i consumatori, parlando all’opinione pubblica con voce autorevole e indipendente. In ossequio a tale funzione, Ruoteclassiche e Youngtimer promuovono #InsiemePerIlClassico un movimento volto a sostenere all’insegna della solidarietà e della sensibilizzazione l’agire comune del comparto heritage, a partire dalle associazioni di categoria alle quali viene qui chiesto il patrocinio.

L’obbiettivo primo di #InsiemePerIlClassico è di diventare una piattaforma di condivisione di intenti, iniziative, esperienze e idee per rimettere in moto l’economia del nostro settore e per dare voce e visibilità persistente ai partner che vi aderiscono, divulgando in maniera organica e autorevole presso il grande pubblico di appassionati le iniziative messe in campo dalla categoria in questa tragica contingenza.