Sold out per l’ultima domenica di Me Car Legnan

pMon, 10 Apr 2017 22:07:22 +00002017vpm | Eventi |

 

 

Si è conclusa la quarta edizione di ME CAR LEGNAN, l’iniziativa proposta dall’Amministrazione legnanese, alla quale ha aderito con entusiasmo anche il Museo Fratelli Cozzi. Non possiamo che ringraziare, oltre che all’Amministrazione, tutti i visitatori che hanno partecipato valutando con ottime recensioni la loro esperienza. In occasione della Festa del Papà, il Museo Fratelli Cozzi ha voluto accogliere il proprio pubblico offrendo dolce e caffè, mentre per l’apertura straordinaria di aprile abbiamo lanciato l’iniziativa “Album di Famiglia con Alfa” per sostenere la vocazione fotografica di Legnano.

Tantissime le iniziative offerte dal calendario Me Car Legnan, tutte a ingresso gratuito, per scoprire i punti di interesse della città con prospettive inusuali capaci di svelare il bello quotidiano che ci circonda. Grande successo ha avuto la visita guidata organizzata dall’amico Enzo Mari per TurismoSempione, intitolata “IL LIBERTY A LEGNANO: PALAZZO MALINVERNI, VILLA JUCKER, AREA CANTONI E PONTE DELL’ACQUA”.

Ha sorpreso anche la new entry di questa edizione ovvero la visita all’Istituto Barbara Melzi di Legnano, da oltre un secolo cuore dell’educazione legnanese, che ha aperto le porte con visite guidato alla biblioteca e alle opere d’arte custodite presso l’Istituto.

Tra le visite guidate ricordiamo quelle organizzate presso il PARCO EX-ILA E PARCO DEI RONCHI, L’OLONA NEI SECOLI, PARCO ALTO MILANESE, CASTELLO VISCONTEO DI LEGNANO.

Il Museo Fratelli Cozzi chiude le porte giusto il tempo di un pit-stop, pronto a essere in pista di nuovo domenica 9 aprile in occasione dell’apertura straordinaria FAI!

«E’ una questione di cuore – commenta l’assessore alla Cultura, Umberto Silvestri -.  I risultati di questa quarta edizione sono per me un bellissimo esempio di amore che i legnanesi sentono per la loro città, della loro voglia di ri/scoprire ciò che simboleggia la storia sociale, culturale e artistica di Legnano. Molti cittadini sono rimasti esclusi dalle visite a causa dei numerosi “tutto esaurito”. Stiamo pensando di riproporre alcune visite per il prossimo mese di maggio. Ci proveremo. I ringraziamenti sono indispensabili – aggiunge Silvestri – perché tutti hanno contribuito con fantastica passione e generosità. E’ doveroso ricordare gli sponsor (la BCC in primis, F.lli Cozzi, Domodry), Turismo Sempione, i ciceroni volontari senza i quali molto di tutto ciò non sarebbe stato possibile, l’Istituto Barbara Melzi, Elisabetta e Pietro Cozzi, gli amici di Arte e Storia, Parco ex Ila, Archivio Fotografico Italiano, FaLeFoto, TTSLL, Scuole Carducci. Ma non solo: Luca Cazzola di Wikipedia, le guardie ecologiche del Parco Alto Milanese, il Condominio “Sempione 156”. Voglio ricordare inoltre i cittadini che hanno votato al Bilancio Partecipativo l’idea di Daniele Berti “Un trenino nella storia”, i responsabili della Franco Tosi, la STIE, tutti i dipendenti comunali che sono stati coinvolti, in particolare quelli dell’Ufficio Cultura. Grazie a tutti i legnanesi e non che con la loro partecipazione hanno decretato il successo di Me car Legnan».

A breve, annunciano dall’Amministrazione legnanese, sarà pubblicata una nuova guida turistica dedicata ai luoghi d’arte e ai valore ambientali della città, lungo un percorso articolato in 13 tappe in attesa di vivere dal vivo le emozioni di Archiviata “Me car Legnan 5” ma, viste le grandi aspettative, non è detto che ci possa essere qualche anticipazione.